/ Attualità / Il Muos “non è pericoloso”, lo diceva Zichichi

Il Muos “non è pericoloso”, lo diceva Zichichi

Redazione on 10 ottobre 2018 - 05:25 in Attualità, Primo Piano

I siciliani possono stare tranquilli: il Muos “non è pericoloso”. Dopo quella frase che fece scalpore e che “sognava” una Sicilia piena di centrali nucleari, l’ex assessore ai Beni culturali della Regione siciliana, il fisico Antonino Zichichi, voleva sognare i siciliani riguardo il famoso sistema di comunicazione satellitare delle marina militare statunitense  collocato a Niscemi.

Muos“E’ bene chiarire – spiegava Zichichi – che il Muos non è uno strumento militare di attacco, ma di difesa contro proiettili lanciati da centri terroristici. La nostra attenzione è su un pericolo che è di gran lunga più grave del terrorismo. Esempio: nel 1908 finì in Siberia un proiettile cosmico che distrusse duemila chilometri quadrati di foresta Siberiana. La sua potenza distruttrice era mille volte superiore a quella che distrusse Hiroshima. Se fosse finito nel cuore dell’Europa non avremmo avuto né la Prima né la Seconda guerra mondiale”.

Forse però occorrerebbe ricordare un piccolo particolare: tralasciando per un attimo le 107 basi Usa in territorio italiano con le sigle Usaf, Navy, Army, Nsa e Setaf, nello stivale “liberato” nel ’43 dal regime nazifascista adesso si trovano almeno 480 ordigni nucleari americani pronti all’uso. Vogliamo tralasciare anche il Trattato di non Proliferazione Nucleare? Eppure, grazie a quel sistema che consente al potere di avere la meglio facendo credere ai comuni mortali di avere in mano e nel proprio voto la facoltà di scegliere, il 71,5 % degli italiani si dimostra contrario alla presenza nucleare in Europa.

Ricordiamo anche ciò che disse lo stesso scienziato a La Zanzara su Radio24. “Immaginate di avere una macchinetta dove metti un euro ed esce un panino e una macchinetta identica dove metti sempre un euro ed escono un milione di panini. Voi che scegliereste? Un milione, è chiaro. Ecco questo è il vantaggio dell’energia nucleare per il genere umano”.

Molti però si son chiesti: chi sono il gatto e la volpe, adesso, che spingono Pinocchio a credere ciò? E se lo chiedono anche i No Muos, se lo chiedono dottori e professori che hanno sacrificato il loro tempo per dimostrare, attraverso non semplici o superficiali studi, l’effettiva pericolosità per la salute non solo delle 46 antenne NRTF-8 già presenti dal 1991 nell’area naturale Sughereta di Niscemi (con casi di militari italiani malati di leucemia, presentati da dottori siciliani), ma soprattutto dell’antenna più potente al mondo (ce ne sono solo 4), un sistema che serve a collegare i mezzi di terra, mare e cielo delle forze statunitensi. In poche parole, facilitare l’esportazione di una “democrazia” che consentirà all’Occidente di poter ancora controllare quei paesi che non ci stanno, che riescono ancora una volta a mantenere la propria indipendenza nonostante i continui attacchi. E’ questo il terrorismo dal quale dovremmo difenderci?

Anche Romano Prodi aveva affermato che “la strada da privilegiare è quella preventiva e diplomatica, perché c’è la possibilità che dall’Italia possa essere sferrato un attacco nucleare contro l’Iran“.

Ritornando alle dichiarazioni del fisico Zichichi: “Il Muos è uno strumento di natura esclusivamente elettromagnetica e le forze elettromagnetiche sono le più studiate dalla scienza moderna. Il calore emesso dal nostro stesso corpo consiste di onde elettromagnetiche di bassa energia – e poi ancora – Le onde radio, quelle della tv, e la stessa luce che vedono i nostri occhi sono tutti esempi di onde elettromagnetiche. Quelle di bassa energia non fanno male alla salute. Bisogna evitare l’esposizione alle onde di alta energia come i raggi x e i gamma che arrivano alle massime energie”.

A chi credere? Al gatto e la volpe che pur di completare una struttura, per cui hanno investito miliardi, metterebbero al grillo di Pinocchio parole dettate dall’interesse? O a studiosi siciliani e italiani che, prima ancora di essere esperti in quel campo, son persone a cui interessa anche la salute dei propri familiari in quella “maledetta” isola?

Intanto in Italia lasceranno passare le elezioni nazionali mentre qualcun altro si affaccerà dalla finestra di qualche scuola internazionale per convincere il popolo che il Muos è sicuro, che servirà per la pace e che gli asini hanno le ali e volano.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi