Yemen, inizia campagna vaccinazione contro il colera

Yemen-colera
Visualizzazioni : 79

Il Ministero della Sanità dello Yemen ha avviato una nuova campagna per sradicare il colera che ha causato molte vittime nel Paese devastato da cinque anni di aggressione saudita

L’agenzia delle Nazioni Unite per l’infanzia (Unicef) e l’Organizzazione mondiale della sanità insieme al Ministero dello Yemen hanno avviato una campagna di vaccinazione contro il colera nella capitale Sana’a. Molti esperti sperano che la campagna di vaccinazione possa affrontare la causa principale della malattia, in quanto affermano che la malattia ha già raggiunto un livello allarmante. 

Lo Yemen ha già subito due grandi ondate di epidemie di colera negli ultimi anni nel corso della devastante guerra avviata dall’Arabia Saudita contro il Paese. Focolai precedenti potrebbero aver contribuito a rafforzare l’immunità del colera nella popolazione, ma altre malattie, oltre alla malnutrizione, hanno indebolito il sistema immunitario yemenita. 

In precedenza, le organizzazioni internazionali avevano avvertito che lo Yemen era probabilmente colpito da gravi problemi di salute a causa della serie di attacchi aerei da parte dell’Arabia Saudita che colpivano le strutture idriche e le infrastrutture mediche del Paese. Negli ultimi cinque anni, la macchina da guerra condotta dal regime saudita ha anche messo a dura prova le infrastrutture dello Yemen, distruggendo ospedali, scuole e fabbriche. 

Le Nazioni Unite hanno già avvertito che oltre 24 milioni di yemeniti hanno un disperato bisogno di aiuti umanitari, tra cui 10 milioni che soffrono di livelli estremi di fame. L’accesso a fonti idriche sane è il modo migliore per porre fine alla diffusione di malattie epidemiche, come il colera, in una situazione in cui molti serbatoi d’acqua sono stati bombardati dall’Arabia Saudita. 

Crimini della coalizione saudita in Yemen

Alla guida di una coalizione di alleati, l’Arabia Saudita ha invaso lo Yemen nel marzo 2015 nel tentativo di reinsediare l’ex presidente Abd Rabbuh Mansour Hadi, che si era dimesso a causa del malcontento popolare rifugiandosi a Riyadh. La guerra imposta inizialmente consisteva in una campagna aerea, ma in seguito è stato attivato un blocco navale e lo spiegamento sul terreno di mercenari. Inoltre, le forze armate della milizia fedeli ad Hadi, in linea con gli invasori, lanciano frequenti attacchi contro la popolazione yemenita. Si stima che l’aggressione abbia causato la morte di oltre 90mila yemeniti.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi