/ Medio Oriente / Gli Usa non potranno sconfiggere Iran ed Hezbollah

Gli Usa non potranno sconfiggere Iran ed Hezbollah

Redazione on 19 marzo 2019 - 05:26 in Medio Oriente, Primo Piano

Il ritorno del defunto fondatore della Repubblica islamica dell’Iran, Imam Khomeini dal suo esilio a Parigi, diete un grande impulso al popolo iraniano che riuscì a rovesciare il regime appoggiato dagli Stati Uniti della dinastia Pahlavi. Questo evento storico cambiò le caratteristiche della stessa Repubblica Islamica dell’Iran e dell’intero Medio Oriente, in quanto ha rappresentato il punto di partenza della sconfitta degli Stati Uniti nella regione.

Iran-Hezbollah“Crediamo che la Rivoluzione Islamica in Iran, guidata dall’Imam Khomeini, abbia cambiato il corso della storia. Questa rivoluzione è direttamente collegata al destino della Palestina, della Resistenza e dell’intera regione”, ha dichiarato il segretario generale di Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrallah, durante un discorso televisivo. “Crediamo che la commemorazione del 40° anniversario della vittoria della Rivoluzione Islamica segna il fallimento di tutte le cospirazioni e le trame progettate dagli Stati Uniti e dai suoi alleati”, ha aggiunto Sayyed Nasrallah.

L’amministrazione degli Stati Uniti e i regimi alleati hanno sostenuto con tutti i mezzi il presidente iracheno Saddam Hussein nella sua guerra imposta contro l’Iran nel 1980, che ha inflitto pesanti perdite a entrambi i Paesi ed ha soddisfatto gli interessi stranieri.

I progressi iraniani nonostante le sanzioni

Dopo la vittoria della Rivoluzione Islamica in Iran, gli Stati Uniti hanno imposto severe sanzioni a Teheran, portando la nazione ad affrontare circostanze economiche molto difficili. Nonostante ciò, negli ultimi 30 anni l’Iran ha compiuto notevoli progressi nella scienza e tecnologia attraverso l’istruzione e la formazione. La popolazione universitaria iraniana è cresciuta da centomila unità nel 1979 a due milioni di unità nel 2006. Negli ultimi anni, la crescita della produzione scientifica iraniana è risultata la più veloce al mondo. L’Iran ha fatto passi da gigante in diversi settori, tra cui l’aerospaziale, la scienza nucleare, lo sviluppo medico, nonché la ricerca sulle cellule staminali e la clonazione.

Hezbollah entra nella scena mediorientale

Tra le conseguenze più importanti della vittoria della Rivoluzione Islamica in Iran, ci fu nel 1982 la fondazione del movimento di Resistenza libanese Hezbollah, che iniziò le sue vittoriose operazioni militari contro l’occupazione israeliana nel sud del Libano.

Oggi, Hezbollah è diventato uno degli attori più potenti della corte politica e militare in Medio Oriente dopo aver liberato i territori occupati libanesi, sconfiggendo l’aggressione sionista sul Libano nel 2006 e ricoprendo un ruolo determinante nella lotta contro i gruppi terroristici in Siria.

La Repubblica islamica in Iran e la Resistenza islamica in Libano hanno sfidato e affrontato l’egemonia degli Stati Uniti nel mondo, frustrando le sue trame e gli schemi che hanno preso di mira soprattutto la comunità araba e islamica.

Basandosi sugli insegnamenti islamici e facendo ricorso ai mezzi del potere e della prosperità su tutti i livelli (politico, militare, economico e scientifico), l’Iran ed Hezbollah sono riusciti a sconfiggere l’arroganza degli Stati Uniti in Medio Oriente.

Sayyed Nasrallah nel suo ultimo discorso ha risposto al Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, John Bolton, che si aspettava un imminente rovesciamento del governo islamico in Iran, sottolineando che la Rivoluzione Islamica emersa vittoriosa 40 anni fa rimarrà e si svilupperà insieme a tutti i suoi alleati nella regione.

di Giovanni Sorbello

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi