/ America / Trump firma l’ordine di mantenere aperta Guantanamo

Trump firma l’ordine di mantenere aperta Guantanamo

Redazione on 30 maggio 2018 - 10:46 in America, Primo Piano

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha dichiarato di aver firmato un nuovo ordine esecutivo a fine gennaio 2018 per tenere aperta la famigerata prigione di Guantanamo Bay a Cuba. “Ho appena firmato, prima di entrare, un ordine che ordinava al Segretario della Difesa, Jim Mattis di riesaminare la nostra politica di detenzione militare e di mantenere aperte le strutture di detenzione a Guantanamo Bay”, ha dichiarato Trump nel suo discorso dell’Unione.

guantanamo

Cuba – Prigione di Guantanamo Bay

Trump ha dichiarato che anche i nuovi prigionieri, inclusi membri di gruppi terroristici come l’Isil, saranno inviati alla struttura militare. “Chiedo al Congresso di assicurare che nella lotta contro l’Isil e al-Qaeda continuiamo ad avere tutto il potere necessario per detenere i terroristi ovunque li inseguiamo, ovunque li troviamo e in molti casi per loro ora sarà Guantánamo. Gli Stati Uniti possono trasportare ulteriori detenuti nella stazione navale statunitense di Guantanamo Bay quando sono leciti e necessari per proteggere la nazione”, ha aggiunto Trump. L’ordine descriveva le operazioni di detenzione nella prigione “legali, sicure, umane e condotte in conformità con gli Stati Uniti e il diritto internazionale”.

Fallito il tentativo di Obama di chiudere Guantanamo

La decisione di Trump ha invertito il tentativo fallito del suo predecessore di chiudere il campo controverso, che attualmente detiene 41 detenuti, in calo rispetto agli 800 dopo l’apertura del 2002 all’indomani degli attacchi dell’11 settembre. Barack Obama si era impegnato durante la sua campagna presidenziale del 2008 per chiudere la prigione militare, ma non riuscì a mantenere la sua promessa di fronte alla rigida opposizione del Congresso.

In un discorso tenutosi a dicembre 2016, ha espresso disappunto per il fallimento nel chiudere il carcere durante il suo mandato, dichiarando che era un disonore e uno spreco di denaro. “Stiamo sprecando centinaia di milioni di dollari per tenere meno di 60 persone in una struttura di detenzione a Cuba”, ha riferito l’ex presidente durante il suo ultimo discorso sulla sicurezza nello Stato americano della Florida. “Non è la forza … E continuerò a farlo tutto ciò che posso per rimuovere questa macchia sul nostro onore nazionale”.

Un rapporto del Senato nel dicembre 2014 ha rivelato che la Cia ha utilizzato una vasta gamma di abusi sessuali e altre forme di tortura come parte dei suoi metodi di interrogatorio contro i prigionieri di Guantanamo.

di Giovanni Sorbello

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi