/ Attualità / Iran, arrivano nuove sanzioni Usa

Iran, arrivano nuove sanzioni Usa

Redazione on 11 maggio 2018 - 09:01 in Attualità, Primo Piano

Il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha inserito nella lista nera delle sanzioni sei individui, a quanto riferito, associati al Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica dell’Iran (Irgc) e tre entità commerciali collegate, pochi giorni dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati dall’accordo nucleare raggiunto nel 2015.

sanzioni iranL’elenco delle persone sanzionate è stato aggiornato giovedì con i seguenti nomi: Meghdad Amini, Mohammad Hasan Khodai, Said Najafpur, Masud Nikbakht, Foad Salehi e Mohammadreza Khedmati Valadzaghard, che il governo Usa ha dichiarato essere collegato alla “Forza Quds” dell’Irgc. La Forza Quds è comandata dal Generale Ghasem Soleimani e nel 2007 è stata designata dagli Stati Uniti come sostenitrice del “terrorismo”.

Martedì scorso, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che gli Stati Uniti si ritireranno dall’accordo nucleare del 2015, noto come Jcpoa (Piano d’azione globale congiunto), negoziato dall’amministrazione Obama. Washington re-imporrà il “livello più alto” delle sanzioni contro Teheran, ha dichiarato Trump, minacciando l’Iran di “problemi più grandi di quanto non abbia mai fatto prima se continua a lavorare sullo sviluppo di armi nucleari”.

A seguito di una riunione del Consiglio dei ministri di mercoledì scorso, Trump ha dichiarato che il Jcpoa è stato un “pessimo accordo che non avrebbe dovuto mai essere fatto” e che il coinvolgimento dell’Iran in Siria e Yemen ha creato “bedlam and death”, che gli Stati Uniti non possono permettere di continuare.

L’Iran continuerà a rispettare l’accordo

Altri firmatari del Jcpoa, tra cui tre potenze europee, la Russia e la Cina, hanno criticato la decisione statunitense di ritirarsi unilateralmente dall’accordo. Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha dichiarato che Teheran continuerà a rispettare l’accordo dopo il ritiro “illegale” degli Stati Uniti.

Le sanzioni sospese come parte del Jcpoa saranno reimposte entro 90 o 180 giorni, ha riferito martedì scorso il Tesoro degli Stati Uniti, mentre nuove sanzioni possono essere imposte in qualsiasi momento. I prezzi del petrolio e le scorte dei produttori di armi statunitensi sono aumentati dopo l’annuncio.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi