/ Cronaca / Morire a nove anni nella Terra dei Fuochi

Morire a nove anni nella Terra dei Fuochi

Redazione on 4 dicembre 2017 - 02:11 in Cronaca, Primo Piano

La Terra dei Fuochi è una vasta area situata in Campania a cavallo tra la provincia settentrionale di Napoli e quella di Caserta. In questa zona da decenni avviene l’interramento di rifiuti tossici e rifiuti speciali, con l’innesco di numerosi roghi che causano un devastante impatto sulla salute dei cittadini. La Terra dei Fuochi è ormai fuori il controllo delle forze dell’ordine e di ogni istituzione preposta, in cui lo Stato risulta assolutamente complice di questo crimine. Centinaia di incendi illegali di rifiuti speciali al mese continuano ad essere oggetto di decine di segnalazioni e testimonianze dei residenti.

La scorsa settimana si è spenta a soli nove anni Daniela Romaniello. La piccola era affetta da una grave forma di leucemia che l’ha devastata per tre lunghi anni. La famiglia ha affrontato mesi di interminabile lotta insieme alla piccola. A Giugliano, amici e parenti hanno raccolto fondi per sostenere le spese della famiglia Romaniello in Olanda, per delle cure sperimentali. Questa enorme forma di solidarietà purtroppo non è bastata per salvare la vita di Daniela.

Il calvario di Daniela ha avuto inizio nel 2014, lamentava dolori atipici per una bambina di sei anni. Le prime visite mediche, i primi sospetti, poi la scoperta atroce. I primi due anni la piccola li trascorre al Policlinico di Napoli, dove è costretta a subire cure pesanti e devastanti che fanno regredire il male ma non lo debellano. Poi il trasferimento al Bambin Gesù di Roma e il trapianto di midollo. Daniela ha affrontato ogni tipo di battaglia, ma tutto è stato vano.

La pratica criminale di smaltire o riciclare i rifiuti speciali bruciandoli, oramai va avanti da molti, troppi anni, il tutto documentato tutti i giorni con foto e video, denunciando questo scempio a ogni istituzione politica e giudiziaria. Sono trascorsi diversi anni, ma nulla è realmente cambiato. Continuano senza sosta le stagione dei roghi, fumi tossici e di chissà quanti altri veleni. Si continua come se nulla fosse. Sempre negli stessi luoghi. Spesso sentiamo parlare di cancro, ma a cosa serve curare i tumori o donare soldi alla ricerca, se nessuno si occupa concretamente delle cause? La Terra dei Fuochi è un chiaro esempio di terrorismo di Stato.

di Giovanni Sorbello

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi