Stime “provvisorie” sui danni all’agricoltura e alla pesca a Gaza

Visualizzazioni : 13

di Redazione

Il ministro dell’Agricoltura di Gaza rende note le perdite causate da Israele in 13 giorni di aggressione militare. 24milioni di dollari sono i danni provocati all’agricoltura, all’allevamento e alla pesca (35 barche per l’attività ittica sono state distrutte).

Decine di migliaia gli alberi di ulivo, da frutto e altre piantagioni sono andati persi, numerosi magazzini di attrezzature agricole e mangimi sono stati abbattuti. La produzione agricola è vitale per i palestinesi di Gaza che da essa traggono anche un’essenziale fonte di sostentamento nel territorio piegato dall’illegale embargo voluto da Israele.

Ricordiamo che nella contro-proposta di tregua avanzata dalla resistenza palestinese, al primo punto si legge: 1. Stop alle ostilità da entrambe le parti con il ritiro dei carri armati israeliani e il ripristino della normalità sui confini di Gaza come nelle campagne, affinché gli agricoltori palestinesi tornino a lavorare le terre (http://www.ilfarosulmondo.it/gaza-cessate-il-fuoco-i-dieci-punti-della-resistenza-palestinese/).

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi