/ Europa / Anche la Spagna s’inchina, navi da guerra ai sauditi

Anche la Spagna s’inchina, navi da guerra ai sauditi

Redazione on 14 aprile 2018 - 01:16 in Europa, Primo Piano

La Spagna e l’Arabia Saudita hanno firmato un accordo quadro per vendere le navi da guerra allo stato arabo del Golfo, con un accordo stimato in circa 1,8 miliardi di euro.

spagnaIl principe ereditario dell’Arabia Saudita, Mohammed bin Salman e il ministro della Difesa spagnolo, Maria Dolores de Cospedal, hanno firmato un “riepilogo esecutivo per facilitare le procedure necessarie” affinché il Ministero della Difesa saudita firmi un contratto con il costruttore navale spagnolo Navantia per la fornitura di navi da guerra, riporta un comunicato del governo saudita. E’ stato firmato anche un altro accordo tra l’azienda statale Saudi Arabian Military Industries e Navantia, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Una fonte del Ministero della Difesa spagnolo ha dichiarato che sotto l’accordo, Navantia venderebbe cinque piccole navi da guerra, l’esercito della Spagna addestrerebbe il personale militare saudita e gli appaltatori dovrebbero costruito un centro di costruzione navale nel regno.

Gruppi di campagne Amnesty International, FundiPau della Spagna, Greenpeace e Oxfam hanno invitato la Spagna a smettere di vendere equipaggiamenti militari ai sauditi, accusando il regno di abusare dei diritti umani.

Le due parti hanno negoziato l’accordo di guerra nel 2015, ma il contratto definitivo tra il Ministero della Difesa saudita e Navantia richiederebbe più tempo per essere completato, hanno riferito le fonti. Un funzionario del settore ha confermato i dettagli dell’accordo, anche se Navantia ha rifiutato di commentare.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, che funge da ministro della Difesa e controlla la politica economica ed energetica, è stato accolto dal re di Spagna Felipe VI nel palazzo della Zarzuela, alla periferia di Madrid. Durante la sua visita ha incontrato anche il primo ministro, Mariano Rajoy e il Ministro della Difesa, Maria Dolores de Cospedal, visita culminata con la firma di sei accordi nei settori della difesa, trasporto aereo, cultura, tecnologia e sviluppo sociale.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi