Un violento sisma devasta l’Italia Centrale

Visualizzazioni : 23

di Adelaide Conti

Sisma di magnitudo 6.0 ha devastato l’Italia Centrale. Almeno 38 le vittime numerosi i feriti. Si scava fra le macerie in cerca di superstiti. 

Sono ore di grande apprensione e angoscia per le popolazioni colpite dal violento sisma di magnitudo 6.0 che ha interessato l’Italia centrale nelle prime ore del mattino. I centri più colpiti sono Accumoli e Amatrice in provincia di Rieti. Il secondo di questi due interamente distrutto dal terremoto. “Il paese non c’è più. C’è gente sotto le macerie”. Le prime drammatiche parole del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi.

Purtroppo il bilancio parla già di 38 morti accertati, fra cui una bimba di pochi mesi, e si scava tra le macerie a mani nude per cercare di liberare le persone intrappolate. Ad Accumoli una famiglia di quattro persone con due bambini piccoli sono rimasti bloccati sotto una coltre di pietre e si sta cercando di salvarli con la forza delle sole braccia di 15 persone accorse nel luogo del disastro.

Vasta l’area in cui si è avvertita il sisma, da Rimini a Napoli. Anche nella capitale qualcuno ha sentito tremare la terra per ben due volte. La protezione civile si è mobilitata con mezzi che arrivano da Lazio, Abruzzo, Toscana e Marche. Per il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio non ci sono dubbi:” Si tratta di un sisma paragonabile a quello de l’Aquila” precisando che ci sono diversi feriti, crolli e danni ad edifici. L’appello dell’Avis provincia di Rieti:” C’è urgente bisogno di sangue”. L’invito è quello di recarsi all’ospedale San Camillo de Lellis della città.
Sono già passati sette anni dal devastante terremoto che colpì l’Aquila. Un evento che mostrò in tutta la sua drammaticità le carenze di un Paese che si piegava su se stesso. Un Paese che mostrava tutta quanta la sua debolezza dinanzi alla forza spietata della natura. Un Paese impreparato.  Oggi sembra di rivivere lo stesso drammatico evento con in più la consapevolezza che potrebbe non essere finita.

 

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi