/ Medio Oriente / Siria, forze Usa e francesi saccheggiano reperti storici

Siria, forze Usa e francesi saccheggiano reperti storici

Redazione on 5 settembre 2018 - 06:07 in Medio Oriente, Primo Piano

Siria – Le truppe militari americane e francesi stanno conducendo operazioni di scavo in siti storici nella provincia siriana di Raqqa per saccheggiare i preziosi manufatti della regione, secondo quanto riferito dall’agenzia stampa russa Rt.

siriaIl sito web russo Rt ha citato attivisti dei media nella provincia di Raqqa, riportando che le forze americane e francesi stanno conducendo operazioni di scavo in colline storiche nella regione di al-Mansoureh nella zona occidentale di Raqqa. Ha inoltre affermato che simili operazioni di scavo sono state condotte a nord-ovest della città di Tabaqa vicino alla cittadella di Ja’abar e nella città di al-Jarniyeh, nella regione di al-Karin.

La Siria nord-orientale e orientale ospita una preziosa collezione di reperti storici di cui l’Isil ha saccheggiato i suoi monumenti e li ha venduti all’estero. Le forze militari americane e francesi si sono schierate nelle regioni sotto il controllo delle Forze democratiche siriane nella Siria settentrionale e orientale con il falso pretesto di combattere contro l’Isil.

Cresce la presenza Usa in Siria

Il quotidiano al-Watan in lingua araba ha riferito domenica scorsa che la coalizione guidata dagli Stati Uniti ha rinvigorito la sua presenza militare sulla sponda orientale del fiume Eufrate nella seconda metà dell’anno in corso, creando 18 basi nel nord-est e Province orientali della Siria.

Le basi gestite dagli Stati Uniti sono in Ein al-Arab (Kobani), Kharab Ashak, Manbij, Ein Issa, Raqqa e Tabaqa nella provincia di Raqqa, al-Shadadi, al-Houl, Tal Tamar, Tal Bidar e Romeilan nella provincia di Hasaka e al -Amr oilfield e al-Bahrah nella provincia di Deir Ezzor, ha proseguito al-Watan, aggiungendo che alcune delle basi hanno piste per il decollo e l’atterraggio di aerei militari. Ha inoltre affermato che le basi militari gestite dagli Stati Uniti sono sotto stretta protezione militare attraverso pattuglie terrestri e aeree e sono circondate da una cerchia di posti di blocco.

di Giovanni Sorbello

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi