/ Medio Oriente / Siria, al-Foua e Kefraya attaccate dai “ribelli”

Siria, al-Foua e Kefraya attaccate dai “ribelli”

Redazione on 12 giugno 2018 - 02:02 in Medio Oriente, Primo Piano

Nella notte di venerdì, i terroristi hanno attaccato le città siriane a maggioranza sciita di al-Foua e Kefraya, che rappresentano l’ultima popolazione assediata in Siria secondo le Nazioni Unite. Le fonti sul campo affermano che le forze di difesa di al-Foua e Kefraya sono riuscite a respingere l’attacco.

al-Foua e KefrayaI combattimenti ai margini delle città sono iniziati all’alba di venerdì, poco dopo che i raid aerei effettuati dall’aviazione siriana nel villaggio di Zardana, nel nord-est di Idlib, avevano ucciso almeno 51 terroristi. Anche il cosiddetto Osservatorio siriano per i diritti umani ha confermato l’attacco, affermando: “L’attacco notturno ad al-Foua e Kefraya è stato il più feroce negli ultimi tre anni”.

Domenica scorsa, forti attacchi aerei hanno colpito un numero di postazioni detenute dall’opposizione vicino a al-Foua e Kefraya, inclusa la città di Binnish, e più lontano nella provincia di Idlib, ha aggiunto l’Osservatorio.

L’anno scorso, il governo e i “ribelli” siriani hanno raggiunto un accordo, noto come “l’accordo delle quattro città”, che ha permesso l’evacuazione dei residenti delle due città. In cambio, le persone in due città tenute dai terroristi vicino a Damasco, Madaya e Zabadani, hanno ottenuto un passaggio sicuro per evacuare i territori sotto il controllo di terroristi.

I terroristi Takfiri hanno perso gran parte del territorio che un tempo detenevano in Siria tra i vasti guadagni delle forze governative sul terreno. Ad aprile, le forze siriane sono riuscite a riconquistare le regioni della Ghouta orientale e di Qalamoun orientale vicino alla capitale.

Per anni, le aree sono state utilizzate da trampolino di lancio per attacchi terroristici contro i civili a Damasco. Le forze militari siriane in seguito si sono mosse per liberare altre aree assediate dai “ribelli” nelle province di Homs e Hama.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi