Scontri armati al confine tra Congo e Ruanda

Visualizzazioni : 26

di Redazione

Il portavoce dell’esercito congolese il colonnello Olivier Hamuli, ha dichiarato: “C’è stato un incidente nel pomeriggio di Sabato tra un soldato congolese e un soldato del Ruanda”. Il soldato congolese è rimasto ucciso, lo scontro è avvenuto lungo il confine, nei pressi di Kibumba, tredici chilometri a nord di Goma, la capitale della provincia del Nord Kivu nella Repubblica Democratica del Congo. Dopo l’incidente le forze congolesi hanno ucciso anche un soldato ruandese. Il portavoce militare ruandese il generale di brigata Giuseppe Nzabamwita, ha dichiarato che i soldati congolesi hanno attraversato il confine, per svolgere una missione di ricognizione, aprendo il fuoco contro i soldati ruandesi, ferendone uno. “Questo è l’ennesimo atto provocatorio delle FARDC (Forze Armate della Repubblica Democratica del Congo). 

Il Congo e il Ruanda hanno combattuto in passato diversi conflitti armati, scambiantosi più volte accuse relativi al sostegno di gruppi ribelli nel rispettivo territorio. Quest’anno la tensione è aumentata tra Kigali e Kinshasa per le accuse lanciate contro il Ruanda, di sostenere una ribellione nel Congo orientale.

Il mese scorso il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ha dichiarato in un rapporto confidenziale, che il Ruanda e l’Uganda continuano a sostenere la milizia 23 marzo Movimento (M23), rafforzando la sua influenza sulle province del Nord Kivu e Sud Kivu nel Congo orientale e potrebbe seriamente minacciare l’autorità del governo congolese nella regione. Il Rwanda ha ripetutamente negato l’accusa, ma non ha mai condannato pubblicamente la milizia.

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi