/ Africa / Sciiti in Egitto, la minoranza dimenticata e repressa

Sciiti in Egitto, la minoranza dimenticata e repressa

Redazione on 28 agosto 2017 - 04:29 in Africa, Primo Piano

Una volta chiamata la minoranza dimenticata, i musulmani sciiti in Egitto si trovano ad affrontare una situazione sempre più difficile nel Paese. Gli sciiti che esprimono le proprie credenze religiose vengono repressi o arrestati. Anche quando le violenze contro gli sciiti vengono perpetrate da entità non governative, c’è una totale complicità della polizia e delle autorità egiziane.

Gli sciiti in Egitto subiscono costantemente discriminazioni sul lavoro e nei contesti educativi. Tra gli ultimi episodi di violenza anti-sciita riportiamo il caso di Shaikh Hassan Shehata, un religioso sciita del villaggio di Zawya Abu Muslim a Giza. Il villaggio è stato assediato e rastrellato dalle forze militari egiziane, e Shehata e altri fedeli sono stati picchiati, accoltellati e trascinati per le strade.

Il sentimento anti-sciita si sviluppa attraverso l’educazione a tutti i livelli. Alti religiosi dell’istituto Al-Azhar promuovono pubblicamente credenze settarie chiamando i musulmani sciiti infedeli e incoraggiando l’isolamento e l’emarginazione degli sciiti in Egitto.

In un video recentemente inviato a Shia Rights Watch (Srw), soldati egiziani torturano due uomini sciiti. Il video, di oltre due minuti, mostra le forze militari egiziane picchiare gli uomini chiamandoli con termini dispregiativi. Gli uomini appaiono feriti e con evidenti segni di tortura.

Vale la pena notare che l’Egitto non permette ai musulmani sciiti di riunirsi e non hanno la possibilità di avere un proprio centro religioso. Così, i musulmani sciiti sono costretti a riunirsi in centri sociali clandestini, il più attivo e numeroso è “Mahdiya”. L’aumento del sentimento anti-sciita in Egitto e la discriminazione del regime di Al-Sisi ha emarginato la comunità sciita, costringendo i seguaci a nascondersi.

Shia Rights Watch ha richiesto l’individuazione e il perseguimento dei soldati egiziani autori delle torture nel video. Inoltre, Srw chiede la restituzione dei due uomini torturati. Il sentimento anti-sciita ha portato alla violenza settaria nella nazione. I casi di anti-sciismo devono essere esaminati come crimini contro l’umanità e le autorità internazionali competenti dovrebbero proteggere questa minoranza religiosa.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi