/ Ambiente / Norvegia: è record di auto elettriche

Norvegia: è record di auto elettriche

Salvo Ardizzone on 26 settembre 2017 - 04:55 in Ambiente, Cronaca, Primo Piano

In Norvegia è in atto un paradosso: il più grande produttore di petrolio del vecchio continente è anche la prima nazione europea per numero di veicoli a emissioni zero; stando ai dati della motorizzazione norvegese un’auto su tre è elettrica.

La Norvegia, il Paese che i dati delle Nazioni Unite indicano come quello con la massima qualità della vita, è dunque il paradiso delle auto elettriche che sono incrementate vorticosamente; per capirci, l’aumento delle immatricolazioni di auto ibride o plug in, cresce del 100% all’anno. Numeri incredibili.

Il tutto nasce dall’obiettivo che si sono posti sia i partiti di centrodestra, al Governo, che quelli di centrosinistra all’opposizione: arrivare entro il 2025 a immatricolare solo vetture elettriche. Stessa politica è stata attuata anche dalla confinante Svezia, aiutata dalla decisione della Volvo che dal 2020 produrrà solo auto elettriche.

La Norvegia si sta però trovando dinnanzi a un nuovo problema, quello delle colonnine per la ricarica; nella sola Oslo ne sono presenti su tutti i marciapiedi ma non bastano a far fronte alle richieste della popolazione, ciò ha messo i comuni in seria crisi e sono molti i sindaci che stanno correndo ai ripari, installando altre colonnine di rifornimento. Nel frattempo si è giunti al fatto che molti rivenditori di auto elettriche sconsigliano l’acquisto delle vetture se il cliente non ha una colonnina vicino casa.

Il fatto è che nell’aera metropolitana della capitale le colonnine di ricarica sono solo 1.300; come detto Governo e Comuni stano lavorando per incrementare il numero dei punti di ricarica e ogni anno le colonnine aumentano del 26%, ma questo tasso è poco piú d’un quarto della crescita annuale di auto elettriche, che è del 100%. L’effetto strangolamento è un rischio reale.

In Norvegia l’aria è una delle più pulite del continente europeo e se questo lo si deve anche alla massiccia presenza di boschi, che si trovano a pochi passi dalle città, in buona parte è dovuto alla coscienza ecologista degli abitanti di grossi centri come Oslo e Bergen. Nella capitale, ad esempio, il numero di auto elettriche si aggira intorno al 40%, numeri impensabili in Italia, che nei confronti della Norvegia si trova in una sorta di medioevo.

Aiutati da un’educazione all’ambiente sin dalle scuole primarie e dagli incentivi sulle auto elettriche, i norvegesi hanno imposto un cambio di politica al governo di un Paese che possiede il fondo sovrano piú ricco del mondo, oltre mille miliardi di dollari; un fondo che disinveste da petrolio e combustibili fossili, pur prodotti in massa nel Paese.

La Norvegia si è ritrovata a risolvere un problema, quello delle energie sostenibili, trovandosene dinanzi un altro, quello delle infrastrutture necessarie a un cambiamento epocale di costumi. Almeno 60 cittadini su cento infatti non dispongono di garage con prese elettriche adatte alla ricarica, e devono dunque affidarsi all´ancora insufficiente rete di colonnine pubbliche. Ma Oslo ha fretta di risolvere il problema, perché è sentito dalla gente, e conoscendo i norvegesi c´è da scommettere che alla fine ci riuscirá.

di Sebastiano Lo Monaco

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi