Mozambico: tre giorni di lutto per le vittime del ciclone

Visualizzazioni : 2

In Mozambico il governo ha indetto ieri tre giorni di lutto nazionale a seguito del devastante ciclone che ha causato la morte di centinaia di persone e lasciato una scia di distruzione attraverso le fasce dell’Africa sudorientale.

Mozambico-cicloneIl ciclone, soprannominato Idai, ha colpito giovedì scorso la città portuale del Mozambico di Beira con venti fino a 170 km/h, poi si è trasferito nell’entroterra dello Zimbabwe e del Malawi, appiattendo edifici e mettendo a rischio la vita di milioni di persone.

“Grandi inondazioni hanno seminato lutto e devastazione in varie aree del Mozambico, dello Zimbabwe e del Malawi”, ha dichiarato ieri Papa Francesco. “Esprimo il mio dolore e vicinanza a quelle care persone”.

Il presidente del Mozambico, Filipe Nyusi, ha dichiarato il giorno prima che il ciclone aveva ucciso più di 200 persone nel suo Paese, ma i soccorritori stavano ancora recuperando dei corpi. Nel vicino Zimbabwe il numero dei morti ufficiali è di 98, ma è probabile che cresca ancora.

Nelle parti orientali più colpite dello Zimbabwe, le famiglie in lutto si sono affrettate a seppellire i loro morti perché il ciclone ha messo fuori uso gli alimentatori, causando la chiusura  delle camere mortuarie.

Il Malawi non ha rilasciato dettagli sulle vittime della tempesta, che si è indebolita mentre si muoveva verso l’interno del Paese, lasciandosi dietro pesanti piogge.

di Redazione

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi