Libano, scontri al campo profughi di Ain al-Hilweh, tre morti e venti feriti

Visualizzazioni : 20

di Redazione

Violenti scontri armati sono scoppiati ieri e proseguiti fino a questa mattina, nel campo profughi palestinese di Ain al-Hilweh, nella città meridionale di Sidone. I combattimenti hanno coinvolto il Movimento Fatah e i terroristi di Jund al-Sham.

Gli scontri proseguiti per tutta la notte, hanno causato tre morti e 20 feriti, oltre a provocare ingenti danni ad abitazioni e auto, e allo scoppio di numerosi incendi che hanno costretto molti palestinesi a fuggire dal campo.

Nonostante un primo accordo raggiunto tra le varie fazioni durante la notte, ad Ain al-Hilweh si è continuato a sparare tanto da costringere le forze di sicurezza libanesi a chiudere le strade che portano al campo.

L’esercito libanese ha amplificato la presenza agli ingressi di Ain al-Hilweh, consentendo solo ai feriti e a coloro che fuggono dai combattimenti di lasciare il campo. Un accordo definitivo di cessate il fuoco è stato raggiunto sono nella tarda mattinata di oggi.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi