Libano. Hezbollah mette in guardia su possibili nuovi attentati

Visualizzazioni : 14

di Giovanni Sorbello

Il movimento di resistenza libanese Hezbollah ha lanciato l’allarme sulla possibilità di altri attentati nel Paese dei cedri, nonostante le misure di sicurezza supplementari.

Mercoledì scorso, il vice capo di Hezbollah, lo sceicco Naim Qassem ha invitato il popolo e soprattutto i politici libanesi all’unità nazionale, avvertendo che attentati simili a quelli che hanno colpito l’ambasciata iraniana potrebbero ripetersi.

A conferma di tutto ciò, l’esercito libanese ha scoperto questa mattina all’alba un’autobomba con 500 kg di esplosivo e due granate, tra le città di Mqna e Younine nel nord della Bekaa. L‘esercito ha transennato l’intera zona ed evacuato tutti gli abitanti. Secondo le prime indiscrezioni l’auto era diretta a Beirut e fatta esplodere questa mattina.

“L’attentato terroristico che ha colpito l’ambasciata iraniana a Beirut che ha ucciso 25 persone e ferito altre 150, è stato effettuato da mani criminali che riflettono lo stile israelo-saudita”, ha riferito Qassem durante un’intervista alla radio al-Nour. “Tali vili attentati possono ripetersi nonostante tutte le precauzioni sulla sicurezza adottate dagli organi competenti”, ha aggiunto il leader della resistenza.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi