Israele permette introduzione cemento a Gaza, ma Rafah resta chiuso

Visualizzazioni : 14

di Redazione

I servizi di sicurezza di Israele hanno permesso l’introduzione di cemento nella Striscia di Gaza dopo mesi di totale rifiuto e di conseguente blocco nei lavori edilizi per la ricostruzione del territorio aggredito dallo Stato ebraico.

Il cemento sarà destinato alle aziende private mentre rimarrà invariata la quantità di materiale da costruzione destinato ai progetti internazionali.

Il ministro dell’Interno e per la Sicurezza nazionale di Gaza fa sapere che dall’inizio dl 2016 le autorità egiziane hanno disposto l’apertura del valico di Rafah solo 27 giorni.

Eiyad Al-Bazem, portavoce del ministero, riferisce che quello in corso è l’anno in cui si registra il dato più preoccupante come è stato pure nei due anni passati.

Nel primo trimestre del 2016 il valico è stato aperto tre giorni per il transito di persone in entrambe le direzioni.

Nel 2015 è stato chiuso per 341 giorni per essere aperto 24 giorni. L’anno precedente era stato chiuso per 125 giorni e nel 2013 102 giorni.

Nel 2012 invece, il valico di frontiera Gaza-Egitto rimase aperto 310 giorni e fu chiuso 56 giorni.

Nei giorni della rivoluzione egiziana Rafah fu aperto 269 giorni e 96 giorni fu chiuso. Nell’anno 2010 restò chiuso per 122 giorni per essere aperto 243 giorni in totale.

Dal 2013 si rispecchia sul valico tutta l’ostilità del governo egiziano per la questione palestinese; raramente vengono fatti transitare ammalati e sofferenti o studenti fuori sede e sono attualmente 30mila i palestinesi che necessitano di viaggiare attraverso il valico di frontiera.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi