Nel ricordo di Samir Kuntar – Video

Visualizzazioni : 75

Sono trascorsi due anni da quando aerei da guerra israeliani hanno colpito nella notte del 19 dicembre del 2015 un edificio con quattro missili a lungo raggio, provocando la completa distruzione del palazzo e danni parziali alle strutture circostanti nella città di Jaramana, nei pressi di Damasco. Nel raid sono rimasti uccisi almeno dieci persone, tra cui l’alto funzionario della Resistenza libanese ed ex leader dei detenuti libanesi nelle carceri israeliane, Samir Kuntar.

Samir Kuntar è nato nel 1962 nella città libanese di villaggi Abey nel distretto di Monte Libano, iniziando a lottare fin da ragazzino al fianco della Resistenza contro l’occupazione israeliana in Libano. Ha trascorso 30 anni nelle carceri israeliane con l’accusa di essere il responsabile dell’attacco compiuto nel 1979 nella città israeliana di Nahariya, in cui morirono cinque israeliani.

Venne rilasciato insieme ad altri quattro prigionieri libanesi nel 2008 all’interno di un accordo con Hezbollah in cambio della restituzione dei corpi di due soldati israeliani uccisi durante la guerra del 2006. L’ennesima folle vendetta è stata consumata da Israele.

“Con orgoglio piangiamo il martirio di Samir Kuntar e siamo onorati di unirci alle famiglie dei martiri”, ha dichiarato il fratello di Samir, Bassam Kuntar.

di Redazione

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi