/ Medio Oriente / Israele forma nuovo battaglione per combattere Hezbollah

Israele forma nuovo battaglione per combattere Hezbollah

Redazione on 3 gennaio 2019 - 06:33 in Medio Oriente, Primo Piano

Per cercare di combattere la paura nei confronti dell’apparato militare di Hezbollah, il regime sionista ha formato un nuovo battaglione di riservisti per agire come prima linea contro Hezbollah e per proteggere le comunità lungo il confine settentrionale con il Libano. La fondazione di questo nuovo battaglione ha suscitato grande ironia in Libano.

HezbollahSoprannominato “Gates of Fire” o Shaare Ha’esh, la nuova forza militare israeliana è stata creata come parte degli sforzi dei militari sionisti per affrontare il potere militare della Resistenza libanese. Il mese scorso, l’esercito di occupazione ha anche lanciato un’operazione di ingegneria, denominata “Northern Shield“, per trovare e distruggere i presunti tunnel transfrontalieri di Hezbollah.

Il nuovo battaglione è finalizzato a “contrastare i piani di Hezbollah” per conquistare in un futuro conflitto la zona occupata della Galilea e le comunità al suo interno. Servirà sotto la Brigata che opera nella regione, la Brigata di Baram. L’unità è composta da riservisti provenienti dal battaglione di ricognizione della Brigata Golani.

Il col. Roi Levi, comandante della Brigata Baram, ha dichiarato ai soldati durante la cerimonia di formazione dell’unità, che il Battaglione Gates of Fire ha un duplice scopo: il primo compito è di proteggere le comunità e le postazioni militari più vicine al confine. Una volta che questi siti saranno garantiti, l’unità sarà quindi intenzionata ad attaccare Hezbollah all’interno del Libano”.

“Ringraziamo Dio che viviamo in un’epoca in cui il nostro nemico sta formando battaglioni difensivi a causa della forza della nostra Resistenza, dopo che abbiamo vissuto in un periodo in cui il nemico era in grado di conquistare la nostra capitale con una sola banda”, ha dichiarato il giornalista Ali Shoeib, su Al-Manar Tv.

Il battaglione appena formato ha già svolto la sua prima esercitazione. Le manovre sono durate circa cinque giorni e si sono concentrate sulla conquista di postazioni di Hezbollah, combattimenti notturni e combattimenti urbani.

di Giovanni Sorbello

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi