Iran, Mko ammette coinvolgimento nelle proteste

Mko-mossad
Visualizzazioni : 170

L’Organizzazione terroristica Mko (Mojahedin-e-Khalq) ha ammesso di aver giocato un ruolo chiave nelle violente proteste anti-governative dei giorni scorsi in Iran.

I seguaci dell’Mko hanno collaborato con i manifestanti e coordinato le proteste, ha dichiarato ieri all’Afp a Parigi la leader dell’organizzazione, Maryam Rajavi, esortando l’unità tra coloro che sono decisi a rovesciare il leader della Rivoluzione Islamica iraniana Ayatollah Seyyed Ali Khamenei. “È un appello alla solidarietà tra tutti coloro che respingono la regola del capo supremo, il Velayat e-Faqih. Quello che chiamiamo il ‘movimento verde’ contro la frode elettorale è rapidamente scomparso per essere sostituito da un movimento più profondo il cui obiettivo è il rovesciamento totale del regime”, ha affermato la Rajavi.

La leader dell’Mko ha anche previsto che il governo dell’Iran cadrà entro 12 mesi se le potenze straniere restano neutrali. I suoi commenti sono arrivati dopo le proteste in Iran durante le cerimonie sciite di Shia in Ashura – l’anniversario del martirio del nipote del Profeta Muhammad, Imam Hussein.

Secondo i rapporti della polizia, almeno 10 persone sono state uccise negli scontri scoppiati tra le forze di sicurezza e i manifestanti durante i disordini.

L’Mko, elencato come gruppo terroristico in Iran, Iraq, Canada e Stati Uniti, ha rivendicato la responsabilità di numerosi attacchi mortali contro funzionari e civili del governo iraniano negli ultimi 30 anni. Gli attacchi includono l’assassinio del defunto presidente Mohammad-Ali Rajaei, il primo ministro Mohammad-Javad Bahonar e il capo della magistratura Ayatollah Mohammad Beheshti.

L’Mko è anche noto per aver collaborato con l’ex dittatore iracheno Saddam Hossein nel sopprimere le insurrezioni del 1991 nel sud dell’Iraq e il massacro dei curdi iracheni. L’organizzazione è anche nota per l’utilizzo di tattiche di tipo “cult” contro i propri membri, tattiche che includono torture e omicidi di disertori.

di Redazione

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi