/ Medio Oriente / Iran, identificati tutti i leader della “rivolta”

Iran, identificati tutti i leader della “rivolta”

Redazione on 10 gennaio 2018 - 02:39 in Medio Oriente, Primo Piano

Hamid Shahriari, il vice capo del sistema giudiziario iraniano, ha annunciato lunedì che tutti i cervelli e “capi d’orchestra” delle recenti “rivolte” in Iran sono stati identificati e arrestati per essere processati.

“Si prevede una dura punizione per gli istigatori delle recenti rivolte in alcune città dell’Iran”, ha dichiarato lunedì Hamid Shahriari, vice capo del Sistema giudiziario iraniano. Il funzionario giudiziario ha fatto queste osservazioni a margine dei raduni anti-sommossa ad Abyek, una contea nella provincia iraniana di Alborz. “I rivoltosi, i loro leader e coloro che hanno comandato e organizzato le rivolte degli ultimi giorni si troveranno di fronte a una severa applicazione della legge”, ha affermato il funzionario.

Una settimana fa, in diverse città sono iniziate numerose proteste pacifiche per i risentimenti economici, ma queste manifestazioni hanno cambiato colore sospettosamente e sono diventate violente quando gruppi di partecipanti, alcuni dei quali armati, hanno lanciato attacchi contro proprietà pubbliche, stazioni di polizia e siti religiosi. Più di una dozzina di persone sono state uccise nelle violenze, tra cui due bambini, poliziotti e semplici cittadini vittime della violenza di manifestanti armati.

Il Leader della Rivoluzione Islamica, l’ayatollah Seyyed Ali Khamenei ha dichiarato la scorsa settimana che i nemici hanno usato vari strumenti per colpire la nazione iraniana e l’istituzione islamica durante gli ultimi avvenimenti.

Il Segretario del Consiglio del Discernimento della Repubblica Islamica dell’Iran, Mohsen Rezayee ha rivelato la scorsa settimana che gli Stati Uniti, i resti dell’ex regime del dittatore iracheno Saddam Hussein, i Mojahedin-e Khalq Organization (Mko) e l’Arabia Saudita sono dietro i recenti disordini in Iran. L’organizzazione della “rivolta” sarebbe avvenuta all’interno di una sala operativa sita a Erbil, nella regione del Kurdistan iracheno.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi