L’Iran condanna politicizzazione dei diritti umani

Visualizzazioni : 71

diritti umaniLa questione legata al rispetto dei diritti umani resta una problematica sempre più dibattuta e spesso utilizzata ad orologeria da molti Paesi. A tal proposito, il vice ministro degli Esteri iraniano Abbas Araqchi ha condannato la politicizzazione dei diritti umani. Durante un discorso a una riunione di alto livello del Consiglio dei diritti umani a Ginevra, il vice ministro degli Esteri iraniano ha presentato la posizione dell’Iran sulla questione dei diritti umani.

Denunciando una recente risoluzione anti-Iran sollevata in Consiglio come “totalmente infondate e inaccettabili”, Araqchi ha affermato che l’uso politico dei diritti umani da parte di alcuni Paesi potrebbe rappresentare una vera e propria sfida per gli obiettivi del Consiglio e minare e screditare il corpo delle Nazioni Unite.

Egli ha sottolineato ulteriormente gli sforzi di Teheran per promuovere i diritti umani e contribuire ai meccanismi per i diritti umani delle Nazioni Unite, che punta alla “Carta dei diritti dei cittadini” che l’Iran ha presentato nel mese di dicembre 2016.

Araqchi ha invitato l’Occidente e i suoi alleati in Medio Oriente a cessare il sostegno politico, finanziario e militare ai gruppi terroristici, tra cui l’Isil.

di Redazione

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi