Il prezzo del petrolio sale di pari passo con la tensione in Medio Oriente

Visualizzazioni : 17

di Redazione

I prezzi del petrolio hanno raggiunto il loro livello più alto negli ultimi tre mesi, soprattutto a causa delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente, in particolare dopo il recente attacco del regime israeliano sulla Siria.

Gli esperti dichiarono che l’aumento dei prezzi del petrolio è stato causato dalle preoccupazioni per l’approvvigionamento, oltre che alle crescenti tensioni in Medio Oriente. L’allerta è salita dopo che la Siria ha avvertito le Nazioni Unite di una possibile risposta a sorpresa, dopo l’attacco aereo del regime israeliano contro un centro di ricerca nei pressi della capitale Damasco. 

Mercoledì scorso l’esercito siriano ha riferito in un comunicato che due persone sono state uccise e altre cinque ferite, in un attacco aereo israeliano su un centro scientifico a Jamraya, che si trova a 25 chilometri a nord ovest di Damasco.

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi