/ Asse della Resistenza / La vittoria di Hezbollah ad Arsal preoccupa Israele

La vittoria di Hezbollah ad Arsal preoccupa Israele

Redazione on 25 agosto 2017 - 02:26 in Asse della Resistenza, Primo Piano

Israele e Stati Uniti hanno chiesto alle Nazioni Unite di estendere il loro mandato nel Libano meridionale nel tentativo di assediare e mettere “sotto controllo” Hezbollah, schierando le truppe Unifil anche lungo il confine libanese-siriano.

In questo contesto, i funzionari sionisti considerano che la vittoria di Hezbollah contro i terroristi del Fronte al-Nusra e dell’Isil nella periferia di Arsal, possa consentire alla Resistenza libanese un miglior approvvigionamento militare da parte dell’Iran e dell’intero Asse della Resistenza nella regione, sottolineando che attualmente la priorità israeliana è quella di affrontare l’Iran ed Hezbollah, non certo l’Isil.

Il giornale israeliano Haaretz ha rivelato che i funzionari sionisti hanno partecipato a riunioni in Giordania e in Germania con funzionari di Stati Uniti e Russia, prima di annunciare il cessate il fuoco nel sud della Siria, aggiungendo che hanno sottolineato il loro atteggiamento per cercare di impedire ad Hezbollah e Iran di mantenere le loro truppe in Siria.

Il quotidiano israeliano ha aggiunto che i funzionari sionisti sono rimasti sorpresi quando il cessate il fuoco nella Siria meridionale è stato annunciato senza prendere in considerazione gli interessi e le richieste di Israele, costringendo il premier israeliano Benjamin Netanyahu a rifiutare l’accordo di tregua.

Diversi giornali ed analisti medio orientali affermano che Israele effettua attacchi sul confine siriano grazie all’aiuto dei terroristi del Fronte al-Nusra. Anche il quotidiano israeliano Haaretz ha confermato che i gruppi terroristici legati ad al-Qaeda operanti nel Golan “forniscono informazioni di intelligence ad Israele, ricevendo in cambio da Tel Aviv armi, addestramento militare e assistenza sanitaria”.

L’esercito siriano ha più volte sequestrato grandi quantità di armi e attrezzature militari avanzate israeliane in possesso dei cosiddetti “ribelli” all’interno del territorio siriano. L’alba di una nuova Resistenza sta per nascere sulle tanto rivendicate alture del Golan.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi