Gaza, ancora sangue e terrore

Gaza-hamas
Visualizzazioni : 102

L’esercito israeliano ha lanciato nuovi attacchi contro la Striscia di Gaza. I raid sono arrivati dopo che le truppe israeliane hanno ucciso due adolescenti palestinesi Ali al-Ashqar, 17 anni, colpito alla testa a est di Jabalya, e il 14enne Khaled Abu Bakr al-Rubaie, ucciso a est di Gaza City. I due ragazzi sono stati uccisi durante le proteste contro l’occupazione vicino al recinto che separava la fascia costiera dai territori occupati.

I media palestinesi hanno riferito che un carro armato israeliano ha bombardato un avamposto apparentemente appartenente al movimento di Resistenza palestinese di Hamas a nord di Beit Hanoun, mentre un drone del regime ha colpito un posto di osservazione di Hamas vicino a Beit Lahia sabato.

L’esercito israeliano ha confermato l’attacco, aggiungendo che era in risposta a cinque razzi che presumibilmente sarebbero stati lanciati dal movimento di Resistenza nei territori occupati venerdì notte. I razzi avrebbero attivato le sirene negli insediamenti israeliani lungo il confine di Gaza e nella città di Sderot. L’esercito israeliano bombarda spesso la Striscia di Gaza, con i civili come bersaglio principale degli attacchi.

Gaza, Marcia del Ritorno repressa nel sangue

Nel corso della settimanale protesta della Marcia del Ritorno, le forze israeliane hanno ferito almeno 66 manifestanti palestinesi, 38 a seguito di spari da arma da fuoco. Dallo scorso anno, i palestinesi organizzano raduni settimanali lungo il confine con l’entità sionista per protestare contro l’assedio all’enclave e sottolineare il diritto al ritorno dei rifugiati che sono fuggiti dall’inizio dell’aggressione terroristica israeliana nel 1948. 

Dal 30 marzo 2018, almeno 307 palestinesi sono stati uccisi dalle forze armate israeliane da quando sono iniziate le manifestazioni di protesta contro l’occupazione nella Striscia di Gaza. Oltre 18mila palestinesi hanno riportato ferite. La Striscia diGaza è sotto assedio israeliano dal giugno 2007, il che ha causato un drammatico declino del tenore di vita.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi