Friuli-Venezia Giulia: divieto alle studentesse musulmane di indossare il velo

Visualizzazioni : 25

di Redazione

Il preside di una scuola media della regione del Friuli-Venezia Giulia ha bandito alle studentesse musulmane di indossare il velo.

In una circolare della settimana scorsa, il preside Aldo Duri ha affermato che la scuola ha un numero considerevole di studenti di origine araba, e bisogna promuovere i valori di “tolleranza, rispetto e uguaglianza” quindi “i segni esteriori della religione possono essere visti come una provocazione”.

Ad esempio, – continua il preside – il velo che copre i capelli e, talvolta, una parte del volto delle ragazze musulmane, sono libere di usarlo al di fuori della scuola, ma non in classe”, aggiungendo che la scuola è laica e ogni segno esteriore di qualsiasi religione non sarebbe tollerato.

Questa discutibile e irrispettosa iniziativa avrebbe lo scopo – secondo il preside – di prevenire ulteriori violenze razziali dopo i diversi attacchi contro studenti musulmani a Malignini di Cervignano, un istituto tecnico in provincia di Udine. Anche questa è l’Italia.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi