Egitto: confermata condanna a morte per Morsi

Visualizzazioni : 14

di Redazione

Il tribunale del Cairo ha confermato ieri la condanna a morte contro il deposto presidente Mohamed Morsi, con l’accusa di aver partecipato all’evasione insieme ad altri membri dei Fratelli Musulmani, dal carcere di Wadi al-Natroun durante la rivolta del 2011. Morsi e gli altri imputati sono accusati di aver incendiato gli edifici carcerari, di omicidio e tentato omicidio di guardie carcerarie e saccheggio.

Il giudice ha condannato Morsi anche alla pena dell’ergastolo per accuse relative al coinvolgimento in attività di spionaggio a favore di elementi stranieri nel tentativo di ostacolare la sicurezza nazionale dell’Egitto. La condanna all’ergastolo in Egitto è di 25 anni di carcere.

Con le stesse accuse sono stati condannati a morte i leader della Fratellanza Musulmana Khairat El-Shater, Mohammed El-Beltagy e altri 14 militanti.

Tra gli altri imputati condannati c’è anche l’influente religioso musulmano Sheikh Youssef al-Qaradawi, che è attualmente in Qatar, condannato a morte in contumacia. 

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi