/ Asia / Birmania, i Kachin: “nessun processo di pace fino al riconoscimento di tutte le minoranze etniche”

Birmania, i Kachin: “nessun processo di pace fino al riconoscimento di tutte le minoranze etniche”

Redazione on 5 novembre 2012 - 11:22 in Asia, Primo Piano

di Fabio Polese

Un alto dirigente militare del Kachin Independence Army (Kia) ha dichiarato che nessun processo di pace potrà esserci con il governo birmano fino a quando la costituzione del Paese, governato da Thein Sein, non riconoscerà i diritti delle minoranze etniche.

In una recente intervista rilasciata a The Irrawaddy, Gen Maw Gun, vice capo dell’esercito dei Kachin, ha detto che “ogni paese deve avere una costituzione che permette a tutta la sua gente di convivere in pace, ma la costituzione birmana del 2008 non lo fa”. “Il popolo Kachin – ha continuato Gen Maw Gun – vuole la parità dei diritti e l’autodeterminazione”.

Il braccio politico della Kia, il Kachin Independence Organization (Kio), “ha più volte chiesto al governo di iniziare un dialogo politico” ma i birmani “si limitano a chiamarci per ripristinare un cessate il fuoco”.

Dopo 17 anni di cessate il fuoco nello Stato Kachin, i combattimenti sono all’ordine del giorno.

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi