Aveva sette anni, assassinato da colono israeliano

Visualizzazioni : 59

Un bambino palestinese di sette anni, Tariq Zebania, mentre ieri andava in bicicletta nei pressi del suo villaggio nella parte meridionale della Cisgiordania è stato colpito a morte da un colono israeliano.

PalestinaTariq Zebania, di sette anni, proveniva da Tarqumia, a ovest di Hebron, era in sella alla sua bicicletta lungo la strada dell’insediamento vicino alla sua città quando è stato volontariamente travolto da un’auto guidata da un colono israeliano che, dopo aver colpito il ragazzo, si è diretta verso l’insediamento di “Adhoura”.

Un’ambulanza militare è stata inviata per trasportare il bambino in un ospedale israeliano, dove è stato dichiarato morto per le ferite riportate. Fonti locali riferiscono che le autorità israeliane non hanno avviato nessuna azione per arrestare l’assassino del bambino.

Il 12 luglio scorso, i residenti del villaggio di Kafr Qaddum in Cisgiordania, sono rimasti scioccati dopo che i cecchini israeliani hanno sparato in testa a un bambino palestinese di 10 anni, Abdul Rahman Shteiwiboy.

Negli ultimi mesi ci sono stati una serie di attacchi “colpisci e fuggi” che hanno colpito palestinesi in diverse parti della Cisgiordania. La maggior parte di questi crimini non sono stati perseguiti dalle autorità israeliane. Alcuni di questi attacchi hanno provocato vittime palestinesi.

Secondo un rapporto pubblicato dal Centro Al-Mezan per i diritti umani, centinaia di bambini palestinesi sono stati vittime di violenze dall’inizio delle proteste per la Grande Marcia del Ritorno, quando centinaia di migliaia di manifestanti palestinesi si sono riversati nella zona cuscinetto che separa Gaza da Israele.

Nello stesso periodo, 17 bambini sono stati arrestati dalle forze israeliane durante le proteste. Il rapporto ha anche rivelato che c’è stato un aumento del numero di bambini palestinesi uccisi e feriti dalle forze israeliane, mentre ha sottolineato le continue violazioni sistematiche dei diritti umani nella Striscia di Gaza.

Il silenzio complice dell’Occidente non è meno colpevole di questi barbari assassini.

di Giovanni Sorbello

lascia un commento

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi