Attentato in Libano, strage a Tripoli

Visualizzazioni : 36

di Redazione

Un attentato suicida ha colpito questa sera il caffè Imran nel quartiere di Jabal Mohsen, nella città settentrionale di Tripoli. Secondo l’ultimo bilancio nell’esplosione sarebbero morte 11 persone e altre 50 sarebbero rimaste ferite. I due attentatori si chiamavano Taha Samir e Bilal Mohammed Mraeian soprannominato “Ibrahim”.

L’attentato è stato rivendicato dal Fronte al-Nusra tramite un messaggio su “Twitter”. Nella zona di Jabal Mohsen è stato istituito il coprifuoco fino alle sette di domani mattina. Le forze di sicurezza hanno delimitato l’intera area in cui è avvenuto l’attentato ed avviato le indagini.

Il quartiere di Jabal Mohsen è abitato da una maggioranza alawita solidale con il presidente siriano, Bashar al-Assad, che confina con quello di Bab al-Tabbaneh, a maggioranza sunnita e schierato al fianco dei sedicenti “ribelli” siriani.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi