Arresti, ferimenti, intossicazioni: non c’è giorno che i palestinesi non resistano

Visualizzazioni : 17

palestine-israel-gaza-west-bank-colonization

di Redazione

Trentasei palestinesi sono stati arrestati e condotti in centri di polizia sionisti ieri a Gerusalemme. Tutti sono stati fermati all’uscita dalla moschea di Al-Aqsa.

Poco prima del fermo i palestinesi erano stati protagonisti di una dimostrazione di collera con il lancio di sassi contro le forze d’occupazione israeliane. Il gesto aveva voluto protestare la profanazione della moschea da parte dei coloni risalente a qualche giorno prima.

Gerusalemme ha assistito ad un altro venerdì blindato in particolare la città vecchia da dove si accede all’area sacra.

Nonostante queste misure atte a intimidire e a scoraggiare i fedeli palestinesi, in 50mila hanno preso parte alla preghiera di venerdì 29 aprile.

Sempre ieri la popolazione palestinese attiva è scesa in strada per partecipare alle tradizionali marce di protesta contro Muri, chiusure e contro ogni forma di violenza che porta con sé l’occupazione israeliana.

I raduni si sono tenuti a Kafr Qaddum, Bil’in, Ni’lin e a Ramallah.

Quarantatré palestinesi sono stati feriti dalla repressione degli israeliani – i dati sono forniti dalla Mezzaluna Rossa Palestinese -. Trentanove rimasti intossicati dai gas lacrimogeni.

A Kafr Qaddum, va ricordato, le marce settimanali hanno soprattutto l’obiettivo di far riaprire la strada principale d’ingresso al villaggio, chiusa da 13 anni a favore dei coloni israeliani che occupano il territorio palestinese.

L’utilizzo di bombe assordanti ha provocato pure l’incendio di ulivi a Bil’in.

Nelle marce di ieri i palestinesi hanno ricordato il Sud Africa che il 27 di questo mese ha commemorato la propria libertà con la caduta dell’Apartheid nel 1994.

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi