/ Medio Oriente / 500 miliardi $ per destabilizzare il Medio Oriente

500 miliardi $ per destabilizzare il Medio Oriente

Redazione on 6 agosto 2018 - 06:18 in Medio Oriente, Primo Piano

Teheran – Il generale di brigata, Amir Hatami, ministro della Difesa e delle forze armate iraniane, ha criticato il ruolo destabilizzante degli Stati Uniti nella regione del Medio Oriente.

medio-oriente-Beirut

Attentato a Beirut

“Gli americani e i loro alleati mediorientali hanno speso più di 500 miliardi di dollari per creare insicurezza nella regione”, ha dichiarato il generale di brigata, Amir Hatami, ministro della Difesa e della logistica delle forze armate iraniane. Il funzionario iraniano ha fatto queste osservazioni sabato scorso durante un incontro con una rappresentanza di famiglie che hanno perso un membro nella Guerra Imposta Iran-Iraq del 1980-88 o nella lotta al terrorismo in Siria.

Il ministro della Difesa di Teheran ha ringraziato le famiglie presenti e ha affermato che la pace e la stabilità raggiunte oggi in Iran sono dovute all’eroismo dei martiri. “I nemici giurati del nostro Paese hanno sempre, durante la vita della Rivoluzione islamica, opporsi alla formazione, alla stabilizzazione e alla continuazione della vita della stessa Rivoluzione”, ha affermato Hatami.

“Hanno considerato l’ascesa e la realizzazione delle cause della Rivoluzione islamica come dannose per le loro politiche infauste. In questa luce, la guerra economica e l’applicazione delle sanzioni ingiuste e illegali degli Stati Uniti e dei suoi alleati contro il nostro Paese negli ultimi 40 anni possono essere analizzate”, ha concluso il ministro Hatami.

di Redazione 

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi