/ America / Manaus: la rivolta finisce in un massacro

Manaus: la rivolta finisce in un massacro

Salvo Ardizzone il 3 gennaio 2017 - 05:27 in America, Primo Piano

A Manaus, nello stato brasiliano di Amazonas, la rivolta scoppiata domenica nel carcere Anisio Jobin è finita in un massacro; secondo le dichiarazioni delle autorità le vittime fra i detenuti sono almeno 60. Anche i 12 agenti di custodia che erano stati presi in ostaggio sono stati liberati dopo lunghe trattative con i rivoltosi. All’origine della sommossa è stato un regolamento di conti fra due bande criminali rivali.

rivolta-carcere-manaus

Secondo fonti della Polizia, le vittime sono state brutalmente seviziate per mandare un messaggio agli avversari.

Rivolte come quella di Manaus, che è stata sedata solo dopo 17 ore, sono una costante nelle carceri brasiliane, dove spesso le bande assumono il controllo delle strutture, facendone una terra di nessuno dove si combattono per la supremazia dentro e fuori dalle strutture carcerarie.

Sempre a Manaus, poco prima della rivolta, almeno 87 detenuti erano fuggiti da un’altra casa circondariale; finora solo una cinquantina di essi sono stati ripresi.

di Redazione

0 POST COMMENT

Send Us A Message Here

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi