/ Asse della Resistenza / Haaretz: “Hezbollah ha raggiunto le capacità di un esercito”

Haaretz: “Hezbollah ha raggiunto le capacità di un esercito”

Redazione il 17 marzo 2017 - 02:39 in Asse della Resistenza, Primo Piano

Ad oltre dieci anni dall’ultimo conflitto tra Israele ed Hezbollah, un rapporto di Haaretz descrive il movimento di Resistenza libanese come un esercito.

Il quotidiano israeliano Haaretz ha pubblicato un rapporto dal titolo: “Hezbollah from terror group to army”. Il rapporto elabora e confronta le capacità militari di Hezbollah tra il 2006 e il 2016.

“Nonostante l’organizzazione non sia in possesso di una propria aviazione militare, se escludiamo una vasta gamma di droni, le sue capacità sono migliorate e corrispondono a quelle di un esercito di medio-alto livello. Se dovesse scoppiare la guerra sul fronte settentrionale di Israele, gli attacchi aerei non sarebbero sufficienti”, afferma il rapporto. Le capacità di combattimento delle unità di Hezbollah sono migliorate grazie all’esperienza operativa acquisita durante la guerra siriana.

Attualmente Hezbollah possiede almeno 10 volte in più di razzi rispetto al 2006. L’organizzazione possiede lanciatori sotterranei, lanciatori nascosti nelle “riserve naturali” e lanciatori portatili a bordo di camion e veicoli commerciali, riferisce il rapporto. Secondo stime dell’esercito israeliano, Hezbollah è in grado di sparare fino a 1.500 razzi al giorno, rispetto ai 200 nella guerra del 2006.

Per quanto riguarda la gamma di razzi in possesso di Hezbollah, Haaretz riferisce che la minaccia è rappresentata dal fatto che i missili della Resistenza libanese possono colpire qualsiasi parte di Israele. “Oggi, la Resistenza libanese possiede oltre 130mila razzi di vario tipo tra cui: razzi Grad con una gamma di 40 chilometri, Fajrs con una gamma di 75 chilometri, missili Zelzal di fabbricazione iraniana (200 chilometri), Fateh e M-110 missili (250 chilometri ), e missili Scud-D siriani (700 chilometri).

Il rapporto osserva che Hezbollah ha sviluppato anche una serie di veicoli aerei senza equipaggio che comprendono droni che possono trasportare missili, droni suicidi e di sorveglianza. Nel corso della guerra del 2006, Israele ha abbattuto due droni Ababil entrati nello spazio aereo israeliano. Durante i combattimenti in Siria, il gruppo libanese ha utilizzato droni con capacità di attacco.

di Giovanni Sorbello

Commenti disabilitati

Commenti disabilitati

IlFaroSulMondo.it usa i cookies, anche di terze parti. Ti invitiamo a dare il consenso così da proseguire al meglio con una navigazione ottimizzata. maggiori informazioni

Le attuali impostazioni permettono l'utilizzo dei cookies al fine di fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui ad utilizzare questo sito web senza cambiare le tue impostazioni dei cookies o cliccando "OK, accetto" nel banner in basso ne acconsenterai l'utilizzo.

Chiudi